NAVIGAZIONE SATELLITARE E DINTORNI

                             

venerdì 30 marzo 2012

Domande e Risposte sulla ricezione GPS

La ricezione del segnale GPS peggiora con la pioggia?
Risposta breve: no! 
La pioggia, cosi come nuvole o neve, non cambiano la ricezione del segnale GPS. Le frequenze sono state scelte appositamente per evitare problemi con gli eventi atmosferici (bisogna ricordare che il GPS era innanzitutto uno strumento militare: pensare di non poterlo usare in teatro di guerra a causa di eventi atmosferici sarebbe stato insensato).
Quello che può peggiorare la ricezione, anche notevolmente,  è invece uno strato di acqua. Un piccolo accumulo di acqua sopra l'antenna GPS fa peggiorare notevolmente la ricezione.
Si può vedere questo effetto mettendo una mano (composta in gran parte di acqua) sopra la vostra antenna GPS, vedrete calare sensibilmente il segnale ricevuto.

Se siete in macchina, anche i tergicristalli possono influenza negativamente la ricezione del segnale, e peggiorare soprattutto il TTFF (Time To First Fix).
Questo succede perché al primo fix il ricevitore ha bisogno di qualche secondo di segnale ininterrotto per scaricare le effemeridi. Il passaggio dei tergicristalli può disturbare la ricezione e ostacolando quindi lo scaricamento delle effemeridi.
Ciò avviene generalmente con i navigatori (tipo Garmin o TomTom), ma non con gli smartphone. Gli smartphone infatti utilizzano A-GPS per scaricare le effemeridi dalla rete.
(approfondimento su A-GPS qui: GPS Assistito (Assisted GPS) ).

E con gli alberi?
La vegetazione ostacola la ricezione del segnale in particolare se siete in movimento. Pur ricevendo un discreto segnale, è possibile che il TTFF peggiori notevolmente a causa del tempo necessario al ricevitore per scaricare le effemeridi, dovuto alle interferenze della vegetazione.
Meglio quindi fare il fix in una zona aperta prima di inoltrarsi in una foresta o in un bosco. Dopo il first fix, la ricezione non dovrebbe essere degradata in modo significativo.

E i vetri schermati?
Esistono molte auto con i vetri schermati (a volte definiti "vetri benessere" o vetri atermici) che evitano che l'abitacolo si trasformi in un forno quando batte il sole.
Questi vetri sono in grado di attenuare la ricezione GPS in modo sensibile. Gli effetti principali sono un TTFF più lungo (il GPS ci mette più tempo a trovare i satelliti e scaricare le effemeridi) e una accuratezza peggiore (il segnale risulta degradato). Il navigatore potrebbe comunque funzionare piuttosto bene, soprattutto se è di recente produzione.
Ecco un esempio di confronto di ricezione con vetro non schermato (a sinistra) e con vetri schermato (a destra)
Confronto ricezione segnale (click per ingrandire)
Se riscontrate problemi di ricezione, potete innanzitutto verificare se per il vostro dispositivo è disponibile un'antenna esterna. Con poca spesa vi assicurate prestazioni decisamente migliori. 
Inoltre potete verificare se sul vostro parabrezza schermato è presente una "finestra" dove la schermatura è assente (solitamente si usa per il Telepass) e cercare di installare il vostro navigatore in modo da sfruttarla.
Altra alternativa, forse non molto pratica, ma efficace è data dalle antenne re-irradianti in grado di raccogliere il segnale GPS e re-irradiarlo all'interno del abitacolo della vostra vettura.

Le considerazioni relative alla ricezione del GPS valgono anche per Glonass e Galileo (visto che condividono principi di funzionamento e frequenze dei segnali), ma attenzione alle antenne esterne e re-irradianti. Sopratutto per Glonass, la compatibilità non è scontata. Quindi se il vostro dispositivo lo supporta e volete sfruttarlo, fate attenzione prima dell'acquisto.

Buona navigazione!

Post Correlati:
Quanti satelliti GPS?

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...